Mathieu Crepel

Mathieu Crepel

MATHIEU CREPEL

Acqua o neve: il surf è la sua vita



Non puoi mettere gli sci ai piedi a 2 anni senza sviluppare un certo gusto per l’estremo. Ed è proprio questo che è successo a Mathieu Crepel, 37 anni, che è diventato uno snowboarder professionista praticamente quando ha imparato a camminare. Nato a Tarbes, una città situata tra le montagne e i Paesi Baschi, Mathieu è un avventuriero a tutto tondo per definizione. Scivolava su uno snowboard forgiato da suo padre a 7 anni, ha recitato in un film sullo snowboard a soli 10 anni in Groenlandia. Travolto dalla potenza della natura, è stato lì che ha ricevuto quello spunto per le avventure che lo ha portato, anni più tardi, ad attraversare l’Atlantico, affrontare le onde più alte con il surf e imparare l’arrampicata. Il suo percorso fuori dall’ordinario ci ha ispirati a scavare un po’ di più e porre a Mathieu alcune domande su ciò che lo stimola a osare al massimo.




Allora Mathieu, raccontaci perché hai scelto di vivere a Biarritz ?

Essendo una persona a cui piace vivere nella natura, avevo semplicemente bisogno di un posto così. Adoro il fatto di avere diversi ambienti tutti a portata di mano. Qui puoi dedicarti al surf la mattina e fare parasail in montagna nel pomeriggio. Per vivere con lo stile di vita che voglio devo abitare in un posto così. E poi la cultura dei Paesi Baschi è così ricca! È impossibile non innamorarsi del cibo, della lingua, per non parlare dello spirito di aggregazione, che ti porta sempre a stare vicino agli amici e trovare occasioni per fare festa. È davvero un posto dove i valori sono profondi. 

© Lemeunier Maxime

Quali sono i tuoi posti preferiti in città?

Ristoranti e bar: Etxola Bibi la mattina. Anche Artnoa, una bodega, è un posto dove mi piace stare. C’è una bella atmosfera e ci sanno proprio fare in quanto a vino.


Hotel: Auberge KosKenia, a Bidart. Hanno preso un vecchio ufficio postale e l’anno trasformato in ostello. Puoi seguire il fronton, dove si gioca alla tradizionale pelota basca.


Negozio: ShaperHouse, a Biarritz. C’è un negozio, un bar e una cooperativa, dove puoi imparare a creare la tua tavola sotto la supervisione di professionisti.


Il posto segreto: Ce ne sono tanti! Ma non sono pronto a rivelare il mio… 

Se fossi un mocktail, quale saresti?

Direi Raspberry Daiquiri, perché sono un fan dei lamponi e adoro il gusto piccante abbinato al fruttato.


Abbiamo saputo che hai un debole per GIMBER. Come preferisci berlo?

Con Perfect Serve! Una porzione di GIMBER con acqua frizzante, proprio quello che sto bevendo adesso. La mia acqua frizzante preferita è Ocean Fifty 2, un marchio di cui sono ambasciatore. Viene venduta in lattina, ha un tocco di limone ed è arricchita di magnesio, che è perfetto per gli sportivi. La ciliegina sulla torta: il 52% dei ricavi viene donato per la conservazione della natura.


Sei un avventuriero: raccontaci che cosa ti dà QUELLA marcia in più alla vita?

Essere a contatto con la natura tutti i giorni. È fondamentale. E poi l’oceano. Se non lo includo nelle mie giornate quasi non mi sento me stesso. 


Che consigli puoi dare per vivere una vita sana e consapevole?

Ogni giorno cerco di allontanarmi dal caos quotidiano e di connettermi con la natura. Essere circondato da buoni amici e dalla famiglia è anche fondamentale. Non faccio pressione su me stesso e cerco sempre di rimanere fedele a ciò che sono.

© Oxbow/greg rabejac

© Lemeunier Maxime

© Oxbow/greg rabejac